BRUNO FORTE. ECCO COSA DICO A CHI ACCUSA PAPA FRANCESCO: “LA CHIESA NON CHIUDE LE PORTE IN FACCIA A NESSUNO”

Amoris Laetitia chiede che lo spirito di misericordia si eserciti verso tutti. Aver frainteso lo spirito profondo delle intenzioni di Papa Francesco è molto grave, perchè e’ evidente che c’e’ una intenzione strumentale di attacco al Pontificato di Bergoglio Continua a leggere

A Chieti la II edizione del Festival del Creato

Come relazionarsi di fronte alle problematiche della realtà “mondana” contemporanea? È possibile ricostruire la coesione sociale in un momento storico di grandi disparità economiche e culturali?  Gestire i migranti vuol dire accogliere ma anche ripristinare buone relazioni con i territori da cui provengono?  E poi, lavoro e occupazione, economia e banche, pari opportunità e politiche di genere: come edificare relazioni genuine in questi ambiti? In queste e tante altre riflessioni e domande si addentrerà la seconda edizione del “Festival del Creato – un mondo di relazioni” in programma da venerdì 15 a domenica 17 settembre alla Villa Comunale di Chieti.

La manifestazione francescana fa parte del circuito OFF del più longevo “Festival Francescano” di Bologna e già nel 2016 nella sua prima edizione ha affrontato un tema delicato e attuale, ragionando sull’Ecologia integrale promossa dall’Enciclica “Laudato sii” di Papa Francesco. Il tema al centro di questa seconda edizione sarà invece quello delle “relazioni”.

«L’essere comunità è realtà creazionale», recita il manifesto scientifico, «e infatti l’intento del Festival è proprio quello di far comprendere, attraverso la chiave gioiosa e divertente di una festa, che la comunità cristiana può diventare un laboratorio in cui si sperimenta che l’amore gratuito e reciproco è la novità, è il ‘nuovo parlare’ che dobbiamo apprendere necessariamente».

Tre giorni di workshop, conferenze, laboratori per gli studenti, spettacoli teatrali e musical, concerti, spiritualità, attività di piazza e testimonianze sul tema della relazione tra persone e tra queste ultime e la fede, Dio, la natura, per intrecciare un dialogo aperto con tutti, in un percorso che include credenti e non credenti.

Il Festival è nato un anno fa per iniziativa dell’Ordine francescano secolare d’Abruzzo e dei Frati minori conventuali di Abruzzo e Molise, coadiuvati dalla Consulta dei laici di Chieti e supportati dall’ Arcidiocesi di Chieti-Vasto, intorno al pensiero di San Francesco d’Assisi fondato sui valori di fraternità, umiltà, carità e pace, universalmente riconosciuto “amico della natura” e di tutte le realtà create da Dio.

Ricchissimo il programma della tre giorni, con 10 conferenze, 3 spettacoli teatrali, 6 workshop e tanto altro per accendere i riflettori sulla relazione tra “me e l’altro”, mettendo al centro il “noi”: il complesso rapporto costituito da simboli, rituali, memorie, affetti. Una società è solida se mantiene i suoi legami solidi, senza pregiudizi, diffidenza e rabbia. Di questo si parlerà con ospiti di rilievo del mondo civile, dell’associazionismo, della chiesa, dell’università e dell’imprenditoria noti nel panorama locale e nazionale. Tra i tanti relatori che si confronteranno nelle varie conferenze:

Bruno Forte, Arcivescovo Metropolita di Chieti-Vasto

S.E. Emidio Cipollone, Arcivescovo di Lanciano-Ortona

Sergio Caputi, Rettore dell’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara (in attesa di conferma)

Vincenzo Vitiello, già ordinario di Fiosofia Teoretica, attualmente Docente di Teologia Politica presso l’Università San Raffaele di Milano

Francesco Ciglia, Ordinario di Filosofia Morale dell’Università di Chieti-Pescara

Maria Cristina Bordin, Regista Rai

Adriano Sella, autore dei “nuovi stili di vita”, Missionario del creato e dei nuovi stili di vita, discepolo della pace, della giustizia e dei nuovi stili di vita.

Nando Bonini, chitarrista che dal 1993 collabora con Vasco Rossi, entrato a far parte dell’Ordine francescano secolare.

Tanti, tantissimi altri gli ospiti del Festival del Creato. L’ingresso alle attività è libero e gratuito.

Lo spettacolo teatrale “Sogno di una notte di mezza estate” di W. Shakespeare in programma al Teatro Marrucino domenica 17 settembre alle 17 e alle 21 è a pagamento. Il ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Papa Francesco nomina mons. Angelo Spina nuovo vescovo di Ancona-Osimo

“Chiedo perdono se non sempre sono stato secondo i desideri, però vorrei chiedervi di amare sempre di più questa Chiesa”. Queste le parole pronunciate questa mattina dal card. Edoardo Menichelli dando l’annuncio della nomina di mons. Angelo Spina come suo successore alla guida dell’arcidiocesi di Ancona-Osimo. Continua a leggere

«Sfida vinta: proporre il dialogo senza rinunciare a identità cristiana».Intervista a Bruno Forte

Corriere della Sera, 28/04/2017

Intervista di Virginia Piccolillo al teologo Bruno Forte

Per il Monsignor Bruno Forte, arcivescovo di Vasto e Chieti, presidente della Cei Abruzzese-Molisana, il Pontefice ha vinto la difficile sfida.

Continua a leggere

“L’Islam e la sfida della libertà religiosa”.Le considerazioni di Bruno Forte.

Il Sole 24 Ore, 27/04/2017

La tentazione di ricorrere a “grandi racconti” (“mégarécits”) per interpretare la vicenda umana e prevederne gli sviluppi non è cessata con la fine dei sistemi ideologici: è come se l’urgenza di definire il diverso e di ricondurlo a sé resti sempre viva, come sempre vivo è il bisogno di rassicurazione che tutti abbiamo di fronte all’incognita del domani. Una sorta di “grande racconto” è stato, ad esempio, quello proposto dal libro di S.P. Huntington (Lo scontro delle civiltà e il nuovo ordine mondiale, Garzanti, 1997), che individua la sfida dell’immediato futuro per l’intero “villaggio globale” in una nuova forma di conflitto. Continua a leggere

“Accogliere, proteggere, promuovere e integrare”. Riflessioni di Mons. Bruno Forte

      17155774_1419290161436637_2616730202676398883_n

Riflessione di Mons. Bruno Forte, Arcivescovo di Chieti-Vasto

(Il Sole 24 Ore, Domenica 5 Marzo 2017, 1 e 8)

 I flussi migratori verso l’Italia non accennano a diminuire, accompagnati dal tragico prezzo di vite umane che spesso comportano e fatti oggetto non di rado da una “chiacchiera” politica deprimente e carica di pregiudizi. Anche per questo mi è parsa una boccata d’ossigeno la riflessione proposta da Papa Francesco ai partecipanti al Forum Internazionale “Migrazioni e pace”, ricevuti in udienza in Vaticano lo scorso 21 febbraio. Continua a leggere

“DOBBIAMO VOLER BENE A PAPA FRANCESCO”. MONS. VALENTINETTI DIFENDE IL PONTEFICE.

“Vogliate bene a Papa Francesco, difendetelo!”

Mons. Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne

«Quando ero bambino, mi hanno insegnato che dovevo voler bene al Papa che all’inizio era Pio XII e poi, quando da fanciullo facevo il chierichetto, è diventato Giovanni XXIII. Da giovanissimo ho avuto come Papa Paolo VI e gli ho voluto bene. Continua a leggere

VESCOVO DI TERAMO-ATRI:”L’EMERGENZA CONTINUA.NON DIMENTICATECI, ALIMENTIAMO LA SPERANZA!”

 

vescovoNeve_02-755x491 APPELLO DI MONSIGNOR SECCIA                                                                                                             Carissimipensavo e speravo  di non dover aggiungere altro a quanto già scritto il 30 dicembre 2016 per informare, circa la situazione di emergenza, la comunità diocesana e coloro che mi chiamano o scrivono per chiedere notizie, oltre quelle già ampiamente divulgate dai mass media. Avevo deciso di mantenere un profilo basso per non creare allarmismo e per rispettare la sofferenza ed il dolore di tante persone che hanno perso i propri cari, condividendo il disagio di molte comunità che hanno dovuto improvvisamente adattarsi a nuove condizioni di vita. Continua a leggere

INTERVISTA A MONS. FORTE. «Denaro e carrierismo: Francesco parla di una corruzione reale»

105142298-b2107d0b-662a-453b-8b3f-787cbc8bacbe

 

 

Proponiamo di seguito l’intervista del giornalista, vaticanista Gian Guido Vecchi a mons. Bruno Forte, segretario speciale del sinodo.

«La prima cosa da notare è come il Papa abbia la fiducia di parlare a tutti di questa corrispondenza privata con San Giuseppe. Una testimonianza di fede limpida, abbandonata in Dio e nell’aiuto dei santi». L’arcivescovo teologo Bruno Forte, voluto da Francesco come segretario speciale degli ultimi sinodi, premette subito: «Credo che questo aiuti a leggere tutto il resto». Continua a leggere

Accuse al Papa di relativismo: dall’Abruzzo così risponde mons. Bruno Forte

 

 

forte

Che Papa Francesco si stagli nel panorama mondiale come autorità morale universalmente riconosciuta è un dato di fatto. Continua inoltre ad accompagnato un ampio entusiasmo popolare, motivato dalla straordinaria capacità comunicativa con cui egli raggiunge i cuori servendosi di un linguaggio semplice e immediato, fatto di parole e di gesti di grande efficacia. Non mancano, tuttavia, resistenze alla Sua azione e al Suo messaggio: specialmente dopo la pubblicazione dell’Esortazione “Amoris Laetitia”, seguita alle due assemblee sinodali del 2014 e 2015 sul tema della famiglia, diverse critiche al Suo magistero si sono concentrate sulla possibilità di integrare pienamente nella vita della comunità ecclesiale e di ammettere ai sacramenti i divorziati risposati che si trovino in una situazione irreversibile e siano animati da una fede viva e dal desiderio di comunione con il Signore e con la Chiesa. Continua a leggere