Mons. Seccia nominato Arcivescovo Metropolita di Lecce

Il Papa ha nominato Arcivescovo Metropolita di Lecce S.E. Mons. Michele Seccia, trasferendolo dalla sede vescovile di Teramo-Atri.
Mons. Seccia è nato a Barletta, in provincia di Bari, nell’arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, il 6 giugno 1951. Ha compiuto gli studi nel Seminario diocesano di Bisceglie ed in quello Regionale di Molfetta.
Ha ottenuto il Baccalaureato in Filosofia e Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana, la Licenza in Teologia Morale presso l’“Alfonsianum” e la Laurea in Filosofia presso l’Università Statale “La Sapienza” di Roma.
È stato ordinato sacerdote il 26 novembre 1977 per l’arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie.
Dopo l’ordinazione sacerdotale ha ricoperto i seguenti incarichi: dal 1977 al 1985 è stato Viceparroco, e poi dal 1985 al 1992 Parroco, della parrocchia “Spirito Santo”; dal 1979 al 1982 è stato Direttore dell’Ufficio Catechistico; dal 1978 è stato pure Docente di Teologia Morale all’Istituto Superiore di Scienze Religiose e Insegnante di Religione al Liceo Statale, e di Filosofia e Pedagogia all’Istituto Magistrale. Dal 1987 al 1997 è stato Vicario Generale dell’arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie.
Eletto alla sede di San Severo il 20 giugno 1997, ha ricevuto l’ordinazione episcopale l’8 settembre successivo.
In quel tempo ha ricoperto anche l’incarico di Segretario della Conferenza Episcopale Regionale. In seno alla Conferenza Episcopale Italiana è stato Membro della Commissione Episcopale per l’Educazione Cattolica, la Scuola e l’Università.
Il 24 giugno 2006 è stato trasferito alla sede abruzzese di Teramo-Atri.

Teramo, domani mons. Galantino alla presentazione di “Un solo cuore per una sola terra” di mons. Seccia

Ci sarà anche mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Conferenza episcopale italiana, alla presentazione del volume “Un solo cuore per una sola terra” che si svolgerà domani, sabato 16 settembre, alle 16.30 presso l’aula magna “Benedetto Croce” dell’Università degli studi di Teramo. Il libro, ispirato alla nota enciclica di Papa Francesco “Laudato si’”, è stato scritto da mons. Michele Seccia, vescovo di Teramo-Atri, e propone – si legge in una nota – “un percorso di educazione e conversione ecologica rivolto agli adolescenti nelle scuole e nelle aule di catechismo”. Il volume “vuole essere un aiuto per ripensare uno stile di vita personale che favorisca il rispetto e la salvaguardia della natura, l’impegno ad una solidarietà universale, l’educazione al bene comune, il rifiuto della cultura dello scarto”. Dopo i saluti di Luciano D’Amico, magnifico rettore dell’Università degli studi di Teramo, del sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, e di Maria Gabriella Di Domenico, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Roseto 1”, saranno mons. Seccia e Sandra De Colli, insegnante di religione cattolica e direttore dell’Ufficio catechistico diocesano, a presentare il volume. Concluderà il pomeriggio l’intervento di mons. Nunzio Galantino. Sir